Diverse Autorità Generali della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni hanno, ad un certo punto della loro vita, risposto alla chiamata di servire onorabilmente il loro paese nelle Forse Armate.

Dell’attuale Prima Presidenza e del Quorum dei Dodici Apostoli della Chiesa di Gesù Cristo, 10 hanno servito in carica attiva o come riserve. Tra coloro che hanno servito c’è il Presidente Thomas S. Mormon, che i Santi degli Ultimi Giorni (comunemente chiamati come i Mormoni) amano e riveriscono come Profeta, Veggente e Rivelatore.

Presidente Monson ha servito nella Marina degli Stati Uniti durante la Seconda Guerra Mondiale. Di questa esperienza, egli ricorda:

“Credo che la mia prima esperienza nell’avere il coraggio delle mie convinzioni ebbe luogo quando servii nella Marina Militare degli Stati Uniti, quasi alla fine della Seconda Guerra Mondiale.

Il centro di addestramento della marina non fu una facile esperienza per me, nè per nessuno che ci dovette passare. Per le prime tre settimane ero convinto che la mia vita fosse in pericolo. La marina non stava cercando di addestrarmi, stava cercando di uccidermi.”

Il Presidente Mormon ricorda inoltre alcune importanti lezioni di vita che egli imparò mentre stava servendo nella Marina. Una di queste lezioni fu il coraggio di stare da soli. In un video dei “Messaggi Mormoni” appropriatamente intitolato “Osate Stare da Soli” egli racconta un incidente che lo ha aiutato davvero a comprendere l’importanza di questo principio.

Riguardo a quell’incidente, Presidente Monson ha detto:

“Fin dal quel giorno ci sono stati dei momenti in cui nessuno stava dietro di me e così io stetti da solo. Sono così grato di aver preso la scelta di rimanere forte e nella verità, sempre preparato e pronto a difendere la mia religione”.

Egli è stato ordinato come anziano della Chiesa S.U.G. una settimana prima di lasciare la sua carica militare. Imparò presto un’altra lezione di vita importante che avrebbe coinvolto l’autorità del sacerdozio che aveva. Questa lezione era di essere sempre volenteroso di aiutare a guarire. Egli ricorda:

“La notte precedente la nostra licenza per il Natale, le baracche erano molto tranquille. All’improvviso venni a conoscenza che un mio amico del letto adiacente – un membro della Chiesa, Leland Merrill – era in preda al dolore. Gli chiesi: “Qual è il problema, Merrill?”

Rispose: “Sto male. Sto molto male”

Le ore passarono: i suoi gemiti aumentarono. Poi, in preda alla disperazione, egli sussurrò: “Monson, tu non sei un anziano?” Riconobbi di esserlo e così gli mi supplicò; “Dammi una benedizione”.

Mi resi conto di non aver mai dato una benedizione. La mia preghiera a Dio era una supplica di aiuto. La risposta arrivò: “Guarda sul fondo della borsa”. Così, alle 2 del mattino, svuotai la borda. Poi presi, alla luce della notte, il prontuario del missionario e lessi come dare una benedizione agli ammalati. Con circa 120 marinai curiosi che mi guardavano, procedetti con la benedizione. Prima che io potessi mettere di nuovo via le mie cose, Leland Merrill stava dormendo.”

Riguardo a questa esperienza il Presidente Monson commentò: “Se stiamo compiendo l’opera del Signore, abbiamo il diritto di avere l’aiuto di Dio. Il Suo aiuto mi è arrivano in innumerevoli occasioni durante la mia vita.”

Un’altra importante lezione di vita che egli imparò mentre serviva nella Marina era sull’importanza di essere onesto. Egli raccontò di un giorno in particolare in cui un ufficiale fece l’annuncio che chiunque sapesse nuotare doveva salire su di un autobus ed andare a San Diego per quella giornata. Coloro che non sapevano nuotare sarebbero rimasti indietro e fare un giorno intero di lezione di nuoto. Egli aveva imparato a nuotare da ragazzo, e lo sapeva fare abbastanza bene, così si mise il fila per andare sull’autobus per San Diego. Invece di essere portati a destinazione, coloro che erano sull’autobus furono portati in una palestra e gli venne ordinato di saltare e di andare fino al fondo della piscina. Lui e molti dei suoi compagni di camerata fecero come ordinato, ma c’erano più o meno 10 persone che non sapevano nuotare che furono spinti nell’acqua e che dovettero raggiungere il fondo due volte prima di essere tirati fuori. Presidente Monson sottolineò: “Vi dico, ero felice di non dover provare quell’esperienza! Quell’esperienza mi ha insegnato il valore dell’essere onesti e sinceri con se stessi in ogni occasione”.

Copyright © 2018 Thomas S. Monson. Tutti i diritti sono riservati.
Questo sito web non è in possesso o affiliato alla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni (a volte denominata Chiesa Mormone). Le opinioni qui espresse non rappresentano necessariamente la posizione della chiesa. Le opinioni espresse dai singoli utenti individuali sono responsabilità degli utenti stessi e non rappresentano necessariamente la posizione della Chiesa. Per poter visitare i siti ufficiali della Chiesa, si prega di visitare LDS.org o Mormon.org.