Recentemente, Huffington Post gestiva un blog su cui è stato pubblicato un articolo di Christian Piatt sulle 5 caratteristiche di un falso profeta. Anche se può essere utile sapere che cosa non è un profeta, è ancora più utile essere in grado di identificare ciò che un profeta è, e come sapere quando se ne trova davvero uno. Essendo un Mormone, l’elenco di Christian mi interessava. Potreste già sapere che i Mormoni credono che Dio restaurò i profeti sulla terra e che un profeta dirige la nostra chiesa.

Thomas-Monson-MormonPrima di inoltrarci nell’articolo di Piatt, diamo uno sguardo veloce alla visione Mormone di ciò che è un profeta. In primo luogo, Mormone è un soprannome dato ai membri della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni e, contrariamente all’opinione popolare, il Libro di Mormon non è la nostra Bibbia. I Mormoni credono che entrambi i libri siano Scritture. Inoltre, entrambi i libri contengono gli scritti di antichi profeti, così i Mormoni passando molto tempo sul tema dei profeti.

LDS.org, il sito ufficiale mormone per i membri della Chiesa definisce un profeta in questo modo:

“Come i profeti antichi, oggi i profeti testimoniano di Gesù Cristo e insegnano il Suo vangelo. Essi fanno conoscere la volontà di Dio e la Sua vera natura; parlano con coraggio e chiarezza, denunciano il peccato e ci ammoniscono sulle sue conseguenze. A volte possono essere ispirati a profetizzare eventi futuri per il nostro bene.“

I veri profeti non si trovano in televisione intenti ad evocare gli spiriti dei morti od a predire il destino. Essi non lo faranno nemmeno privatamente. Invece, la loro responsabilità è quella di testimoniare del Salvatore e del Suo vangelo e di imparare e condividere la volontà di Dio per la Chiesa e per i Suoi figli. Non è un lavoro affascinante, soprattutto perché significa anche condurre la Chiesa, ma è una cosa essenziale che esiste fin dall’inizio della vita sulla terra.

Cosa fa un Profeta?

Per poter capire l’importanza e l’opera di un profeta , possiamo guardare nella Bibbia. “Poiché il Signore Iddio non fa nulla, senza rivelare il suo segreto ai suoi servi, i profeti ” ( Amos 3:7 ). Da questo versetto sappiamo che i profeti sono essenziali. Per poter gestire la Sua Chiesa , Egli deve avere un profeta che possa ricevere la verità ed istruire i membri . Questo versetto ci aiuta a sapere che se non vi è alcun profeta , la chiesa di Dio non è sulla Terra in quel momento. Quando il profeta parla, è come se parlasse Dio , anche se questo vale solo quando Egli parla in funzione di profeta . Quindi, per esempio , se il profeta dice  che la Brigham Young University vincerà la partita di football di questa settimana , egli non parla come profeta. I Veri profeti non predicono i risultati delle le partite di calcio , perché non hanno alcun impatto sulla Chiesa di Dio, e quindi questa è solamente la sua opinione personale.

La Bibbia ci mostra che i profeti sono delle persone normali a cui è stato dato un incarico straordinario. Prima di diventare profeti, essi arrivano da ogni percorso di vita possibile. Spesso non hanno una specifica formazione teologica . Ciò che avevano era la fede e la volontà di fare tutto ciò che Dio gli potesse dire di fare. Non erano perfetti, nemmeno dopo aver ricevuto la loro chiamata. Erano persone – ma persone di grande fede .

Prima di diventare un profeta della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni , Ezra Taft Benson ha parlato del ruolo di un profeta. Ha parlato in particolare di Joseph Smith , il primo profeta chiamato nei tempi moderni . Il presidente Benson ha scritto :

“Una caratteristica rivelatrice di un vero profeta è che egli proclama un messaggio da Dio. Egli non si scusa per il messaggio, né si teme le ripercussioni sociali che possono portare alla derisione e persecuzioni “(vedi Ezra Taft Benson, Joseph Smith:. Profeta alla nostra generazione, Conferenza Generale della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Santi degli Ultimi Giorni, ottobre 1981).

I profeti e la cultura popolare

mormon-churchÈ interessante notare che Piatt ha inoltre detto che un vero profeta dice cose che sono vere, ma non cose che sono sempre popolari. Questo è un tema comune fra i Mormoni , ed una cosa per cui a volte le persone fanno fatica a comprendere. Spesso è stato detto ai Mormoni che la loro chiesa ha bisogno di modernizzare le sue opinioni e di per fare un lavoro migliore per poter andare a passo con i tempi moderni. Questo di solito non vuol di accettare cose come la tecnologia (cosa in cui i Mormoni sono già molto bravi) . Ciò che vogliono è che i Mormoni si adattino ai cambiamenti degli standard morali . Se qualcosa è “di moda” al giorno d’oggi , secondo loro i Mormoni dovrebbero alterare la verità per adattarsi agli insegnamenti delle persone, per così dire. Quindi se ” le persone alla moda ” cambiassero idea domani, noi dovremmo fare lo stesso .

Il problema con questo tipo di insegnamento è che non necessita un profeta . Del resto ,non richiede nemmeno un dio. Chi ha bisogno di un Dio se tutto sarà deciso dai voti , dalle stelle del cinema, dalle riviste o  da altre misure in base alla popolarità ? Le verità di Dio si basano su principi eterni , non su norme  mutevoli fatte dall’uomo.

Nel corso delle generazioni, abbiamo scoperto che permettendo al voto popolare di scegliere la moralità non ha avuto molto successo. Il divorzio è aumentato così tanto che è quasi la norma anziché l’evento insolito. Sempre più bambini sono in affido o vengono abortiti perché i loro genitori non potevano o non volevano prendersi cura di loro. Sempre più bambini nascono al di fuori del matrimonio e crescono senza un padre o una madre. Le persone sono sempre più infelici. La “nuova” moralità non sta portando loro quello che cercano.

Sheri L. Dew, che è stata un leader Mormone a livello internazionale e che oggi è l’amministratore delegato della Deseret Books, ha detto:

“Diversi anni fa, ho partecipato ad un forum politico internazionale in cui il dibattito passava dalla prostituzione alla pornografia all’aborto e così via. Quando il moderatore mi ha invitato a commentare, ho fatto notare che sembrava impossibile non notare un tema comune- cioè che ogni questione spinosa aveva delle basi immorali. Poi ho parlato dei miei genitori, che sono dei devoti membri della nostra fede, e ciò che mi avevano insegnato sul matrimonio e la castità, ed in che modo quegli insegnamenti avevano governato la mia vita. In seguito, una donna dopo l’altra mi prese da parte e ha mi detto la stessa cosa: “Sei così fortunata. Non pensavo che la castità fosse ancora possibile. Vorrei che qualcuno mi avesse detto queste cose anni fa, in modo che avrebbe cambiato la mia vita.”

Conosco personalmente decine di migliaia di giovani e giovani adulti che vivono la vita in uno pulito moralmente. Sono felici, produttivi, ed ansiosamente impegnati a tenersi impegnati. La Purezza morale non è superata. Certo, non è facile. Ma io sostengo che è più facile della scelta alternativa. Gli uomini e le donne virtuose non si devono mai preoccupare di una gravidanza a sorpresa o malattia trasmessa sessualmente. Non devono agonizzare nel confessare l’infedeltà. Non avere il vuoto dopo una sola notte . Nessun dolore nel perdere la propria famiglia di infedeltà. Non hanno alcun ricordo ossessionante su delle indiscrezioni. Citando CS Lewis, “La virtù , anche il tentativo di virtù, porta luce;  Indulgenza porta la nebbia” (Sheri L. Dew , “The Power of Virtue” Church News , 9 agosto)

Un profeta dovrebbe essere perfetto?

dottrina-religione-mormonePiatt pensava che un profeta non dovrebbe essere falsamente perfetto. Diceva che molti hanno ritenuto che nessuno vorrebbe emularli loro se fossero stati perfetti. La Bibbia è molto chiara riguardo alle imperfezioni dei suoi profeti. Raramente erano affascinanti. Mosè balbettava tanto (o forse non in grado di comunicare nella lingua volgare degli Ebrei) Dio gli ha permesso di essere un portavoce. Nonostante questo, egli era un grande profeta che viene spesso citato come un esempio.

A volte le persone attaccano il Mormonismo facendo notare che i suoi dirigenti non sono perfetti. Non hanno mai finto di esserlo. Come Piatt forse ha capito, un profeta che è di natura chiaramente umana è in realtà più facile da seguire. Troviamo molto più facile identificarci con qualcuno che è più simile a noi. I Mormoni insegnano che Gesù Cristo era l’unica persona perfetta.

L’attuale profeta Mormone, Thomas S. Monson, non è il tipo di persona affascinante ed alla moda tipo quelli che Piatt contesta nel dibattito sul falso profeta che è stato scatenato dal suo articolo . Lui è un uomo anziano che chiaramente non ha mai avuto nessun intervento di chirurgia plastica. I suoi abiti sono modesti e non appariscenti. Egli è conosciuto per il suo stile accogliente. Le storie che racconta quando parla, narrano spesso della propria imperfezione- della volta in cui ha ignorato un suggerimento, per esempio, o della sua incompetenza in cucina. In una conferenza recente, ha condiviso la storia di una volta in cui lui ed un suo amico, quando avevano otto anni, disobbedì regole familiari che dicevano di non giocare con i fiammiferi e ha causato un incendio che la comunità ha dovuto aiutare ad estinguere. Egli non si aspetta di essere visto come un essere perfetto. Dal momento che ha sicuramente raggiunto un impressionante livello di obbedienza ai comandamenti di Dio, egli vuole farci capire che è ancora mortale , e quindi imperfetto. Un vero profeta è abbastanza umile da ammettere di essere un essere umano imperfetto ed  ancora in crescita, come tutti noi . Per me, questo lo rende un esempio da seguire migliore.

Piatt porta in primo piano degli interessanti punti riguardo all’autorità ed alla speranza. Sono sicuro che non è del tutto d’accordo con me su questo argomento, ma i Mormoni credono che un profeta deve avere la giusta autorità. Piatt non ha dato nessun suggerimento su come un profeta dovrebbe guadagnare la sua autorità, ma i Mormoni invece lo fanno. Studiando la Bibbia , vediamo che nessun profeta è diventato un profeta perché ha deciso di diventarlo. Infatti, molti di loro hanno cercato di parlare con Dio e di evitare la cosa, quando sono stati chiamati. Tuttavia ,Dio li ha chiamati ed autorizzati a svolgere il suo lavoro. I Mormoni credono che i loro profeti servono sotto l’autorità data loro da Dio.

Ora, molti ci chiedono come facciamo a sapere che il presidente Monson è davvero un profeta. Lo veniamo a sapere esattamente nello stesso modo in cui lo venivano a sapere il popolo ai tempi della Bibbia. Essi non erano presenti quando è stata data la chiamata e Dio non è apparso loro per dirglielo. Ogni persona deve scoprire da sé chi è il profeta chiamato da Dio. Abbiamo la capacità e la responsabilità di pregare per poter sapere ciò che è vero, come è insegnato in Giacomo 1:5. Una volta che abbiamo avuto una conferma da Dio, abbiamo la responsabilità personale di seguire il profeta.

I Mormoni seguono il profeta sempre e comunque?

family-doctrine-mormonQuando le persone sentono che i Mormoni seguono il profeta , si immaginano che essi osservino un’obbedienza cieca ad ogni suo comando, senza dare importanza quanto banale o pericoloso questo possa  essere. Questo non è il modo in cui funziona per i Mormoni. Prima di tutto, come ho detto sopra, il profeta insegna le cose che sono importanti per Dio, e tante cose sono al di fuori della portata del suo lavoro. In secondo luogo, come ho già detto, noi (i membri laici) abbiamo la possibilità di confermare qualsiasi cosa rivolgendoci a Dio .

Quando stavo conoscendo la Chiesa, ho pregato per sapere se il profeta, che allora era Spencer W. Kimball,  fosse davvero un profeta. Siccome per me l’idea di avere dei profeti era nuova, non sapevo esattamente come funzionava, quindi non ero sempre sicuro di cosa fosse una dottrina e cosa fosse invece un’opinione . A volte facevo fatica con qualcosa che era diverso da quello che avevo pensato che fosse in realtà. Quando ciò accadeva, pregavo  riguardo a quella specifica dottrina in questione. Alla fine , ho capito che Dio mi ha sempre confermato che il profeta era vero e non ho più avuto bisogno di pregare frequentemente a riguardo. Però, una volta ogni tanto, ho avuto delle chiacchierate con Dio riguardo a qualcosa, anche a giorno d’oggi. Io non mi vergogno a farlo. E’ quello che Egli si aspetta che io faccia. Un vero profeta non ha paura del fatto che i suoi seguaci chiedano la conferma dei suoi insegnamenti a Dio.

Non è seguendo ciecamente che ho ottenuto una ferma testimonianza di Dio. Allo stesso modo in cui non ho sempre bisogno di toccare una stufa calda per sapere che è una cosa pericolosa, non ho più bisogno di pregare per verificare ogni singola parola che il profeta dice . Si tratta di imparare dalle esperienze e dalle prove, e non seguendo ciecamente.

Speranza

Piatt sembrava avere alcuni problemi con il fatto che i profeti offrano speranza. Non sono del tutto sicuro delle sue intenzioni su questo punto, ma lui ha detto, in modo critico, che le promesse di poter avere una vita migliore richiedono sempre un qualcosa da fare. Questo mi sembra un po’ strano. Dopo tutto, in quale altro modo possiamo migliorare la nostra vita se non cambiando qualcosa in essa? Una persona che spera di sfuggire alla povertà cercherà di ottenere più istruzione, di migliorare le sue capacità,ed inizierà a fare il tipo di cose che portano a qualificarsi per un buon lavoro. Una persona che spera di poter avere amore diventerà il tipo di persona che è amabile. Una persona che vuole la vita eterna si adopererà per diventare il tipo di persona che è degna di essere alla presenza di Dio per l’eternità.

Le Promesse di Dio, all’interno di tutta la Bibbia, ci richiedono sempre di fare un qualcosa per ricevere le benedizioni. Ci è stato detto che se paghiamo la decima, Dio aprirà le cateratte del cielo per riversare benedizioni. I Profeti mormoni offrono la speranza- ma sì, bisogna fare delle scelte sagge per poter ricevere le benedizioni promesse.

In un potente sermone sulla speranza, il presidente Dieter F. Uchtdorf, secondo consigliere del profeta Mormone, ha definito la speranza da un punto di vista religioso:

La speranza non è una conoscenza ma una fiducia costante che il Signore adempirà le promesse che ci ha fatto; è fiducia che se viviamo secondo le leggi di Dio e le parole dei Suoi profeti ora, riceveremo le benedizioni desiderate in futuro; è credere e aspettarsi che le nostre preghiere riceveranno risposta. Si manifesta nella sicurezza, nell’ottimismo, nell’entusiasmo e nella perseveranza paziente.

Nel linguaggio evangelico, il termine speranza indica sicurezza, fermezza e attività. I profeti antichi parlano di «ferma speranza»e «speranza viva». E’ una speranza che dà gloria a Dio tramite le buone opere. Con la speranza vengono la gioia e la felicità. Con la speranza possiamo «[avere] pazienza e sopportare le nostre afflizioni». (Presidente Dieter F. Uchtdorf, “l’infinito potere della Speranza”, Conferenza Generale della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, ottobre 2008).

 

Copyright © 2018 Thomas S. Monson. Tutti i diritti sono riservati.
Questo sito web non è in possesso o affiliato alla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni (a volte denominata Chiesa Mormone). Le opinioni qui espresse non rappresentano necessariamente la posizione della chiesa. Le opinioni espresse dai singoli utenti individuali sono responsabilità degli utenti stessi e non rappresentano necessariamente la posizione della Chiesa. Per poter visitare i siti ufficiali della Chiesa, si prega di visitare LDS.org o Mormon.org.